in:

Sicurezza ancora all’ordine del giorno nei comuni dell’Area Nord. Mentre si allarga l’adesione alla manifestazione dei sindacati di polizia di sabato, i Sindaci scrivono al Prefetto di Modena, chiedendo un incontro urgente. E dal Pdl torna la richiesta di un corpo unico di polizia municipale.

Un incontro urgente in Municipio a Mirandola, per affrontare insieme il problema sicurezza nei comuni dell’Area Nord. E’ quello che chiedono al Prefetto di Modena, Giuseppina di Rosa, il Presidente dell’Area, Luigi Costi, e l’assessore alla sicurezza Carlo Marchini, criticati da An, che giudica inutile la riunione del Comitato per la sicurezza. Quello di oggi è solo l’ultimo appello dei vertici dell’Unione dei comuni, che già nei giorni scorsi, dopo la lettera inviata al neoministro Maroni per chiedere rinforzi al locale commissariato, hanno aderito alla manifestazione dei sindacati di polizia, organizzata con lo stesso obiettivo. La protesta è stata indetta da Siulp e Consap per sabato 17, davanti al municipio di Mirandola. Oggi, sostegno all’iniziativa, arriva anche da Lapam Federimpresa Area Nord, che chiede di mettere al centro delle politiche pubbliche il potenziamento degli organici delle forze di polizia e del loro coordinamento, per un presidio più efficace del territorio. E proprio su quest’ultimo tema arriva la proposta dei consiglieri dei Comuni dell’Area Nord Lia Gabrielli e Lorenzo Bergamini, dei Popolari liberali, Pdl. Ancora una volta sollecitano la costituzione di un corpo unico delle forze di polizia, sulla scorta di quanto già avvenuto nell’Unione Terre di Castelli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC