in:

I carpigiani saranno chiamati alle urne a luglio per decidere in merito alla cessione di una quaota comunale del pacchetto Aimag.

Saranno chiamati alle urne anche il 20 luglio i cittadini di Carpi, per esprimersi relativamente a un referendum comunale. Tema sulla scheda l’abrogazione di una delibera consigliare che cedeva ai privati parte del patrimonio azionario di Aimag, in particolare il 40% della quota del 25% in possesso dell’amministrazione. Questa scelta del Comune non è piaciuta a tutti, e così è nato un Comitato che ha raccolto le 3mila firme necessarie per il referendum. Saranno chiamati a votare oltre a tutti gli iscritti nelle liste elettorali, anche i 16enni, i 17enni e gli stranieri residenti a Carpi da almeno un anno, come da regolamento comunale, Si voterà di domenica, dalle 8 alle 20, ma il referendum per essere valido dovrà superare il quorum del 50%. Nei prossimi giorni verranno sistemati i tabelloni per la propaganda elettorale.


Riproduzione riservata © 2016 TRC