in:

Ieir l’annuncio che l’Independet sta ancora lavorando per ottenere l’autorizzazione per il deposito di gas a Rivara. Già oggi i no dei sindaci dei comuni interessati.

Questa mattina i sindaci dell’Area Nord, come gli altri primi cittadini della provincia, erano in piazza per le celebrazioni del 63esimo anniversario della Liberazione: nella Bassa, però, in queste ore, torna a crescere la preoccupazione per un progetto che si pensava potesse essere stato accantonato in maniera definitiva. L’accordo di partnership tra la Independent e la Erg Power sembra dare nuova linfa all’ipotesi di realizzare un sito interrato di stoccaggio del gas a Rivara. L’intesa è stata annunciata ieri e già oggi i sindaci di Mirandola Costi, quello di Finale Soragni e quello di San Felice Meschieri, ai microfoni di Trc-Telemodena, hanno ribadito il loro no, chiaro e perentorio, ad un’opera che per la morfologia stessa del territorio può mettere in pericolo la sicurezza dei cittadini. Se anche la Independent si presenterà con un nuovo progetto aggiornato sembra molto difficile che possa scavalcare i pareri negativi espressi dalle istituzioni locali: la stessa Regione Emilia Romagna aveva da poco ribadito la propria contrarietà. Eppure il cambio di maggioranza a livello nazionale qualche preoccupazione la pone: in fondo, l’intero iter era partito con l’ultimo governo Berlusconi. E sono gli stessi consiglieri regionali del Pd Muzzarelli e Richetti a mettere, nero su bianco, i dubbi di molti: “Purtroppo – scrivono in una nota stampa congiunta – i metodi del governo Berlusconi sono ben conosciuti e ci preoccupano: lavoreremo comunque per evitare forzature e scavalcamenti delle istituzioni da parte dell’esecutivo, visto che questo è un rischio reale”


Riproduzione riservata © 2016 TRC