in:

Circa 4mila le persone che, ieri sera, nonostante il freddo, hanno affollato piazza Grande per il comizio conclusivo del Pd con Bersani e Franceschini.

“Ho riguardato una foto del G7 del 1994. Alcuni di quelli che erano presenti sono passati alla storia, di altri non si sa più nulla, l’unico che è ancora in pista è Berlusconi, e per di più, da allora, ha anche più capelli”. Scherza così in piazza sul tema “del nuovo e del vecchio” il numero 2 del Partito democratico Dario Franceschini chiudendo, a Modena, insieme al ministro Bersani, la campagna elettorale per le politiche. Davanti a circa 4mila persone che non si sono fatte spaventare dal freddo, sul palcoscenico allestito a fianco della Ghirlandina, sono saliti gli otto candidati e gli esponenti modenesi del Governo, insieme al sindaco e al presidente della Provincia. La novità di questa tornata elettorale, ha ribadito Franceschini, è il Partito democratico che ha scelto di non ricandidare ben 134 parlamentari uscenti, anche di esperienza; che porterà in Parlamento, da solo, più donne di tutti gli altri schieramenti, che eleggerà alcune decine di giovani con meno di 40 anni. A concludere l’incontro è stato il ministro Bersani che ha voluto, tra le altre cose, ribadire la propria solidarietà al sindaco di Modena Giorgio Pighi oggetto, negli ultimi tempi, di minacce.


Riproduzione riservata © 2016 TRC