in:

Il tributo della città al suo illustre concittadino per l’undicesimo anniversario dalla morte di Luciano Pavarotti

L’affetto dei modenesi che hanno atteso diligentemente in fila per conquistare il biglietto omaggio; il tributo della città al suo illustre concittadino per l’undicesimo anniversario dalla morte di Luciano Pavarotti. Si comincia oggi con lo Stabat Mater di Gioacchino Rossini: alle 21, al Comunale che porta il nome del tenore scomparso, Gianluigi Gelmetti dirige l’Orchestra Filarmonica Italiana, sul palco assieme al Coro della Fondazione Teatro Comunale di Modena. Domani mattina a Montale la cerimonia di commemorazione con l’omaggio al cimitero, mentre alle 19 allo Spazio Libero di piazza Turati Micaela Magiera, figlia di Mirella Freni, presenta il libro “La bambina sotto il pianoforte” che contiene tante pagine dedicate allo ‘zio Luciano’. Sempre domani al Club Europa 92, a due passi dalla casa museo Pavarotti, serata di musica e ricordi; l’incasso andrà in beneficenza. Di nuovo in Teatro con Stefano Bollani, compositore e pianista, con un repertorio ispirato all’opera lirica, alla canzone tradizionale e a quella napoletana. Bollani improvviserà su celebri arie rossiniane tratte da La Gazza Ladra, il Barbiere di Siviglia e Guglielmo Tell. Alla serata partecipano anche i giovani talenti che frequentano le master class nella Casa Museo Luciano Pavarotti. E proprio qui, in stradello Nava, a partire dalle 18, Mauro Roselli dipingerà un murales dedicato al Maestro su una delle pareti esterne, per l’occasione, oggi, il museo resterà aperto fino alle 20.30. Il 6 settembre se ne ricorda la morte ma il 12 ottobre si festeggia ancora il suo compleanno: l’omaggio sarà degli allievi dei corsi di Mirella Freni e Raina Kabaivanska. Marily Santoro, soprano, Evgeniya Chislova, mezzosoprano, Reynaldo Droz, tenore, e Alex Martini, baritono, saranno accompagnati dall’orchestra Giovanile della via Emilia diretta da Giovanni Di Stefano. Sarà il debutto dell’orchestra, nata da un progetto di rete dei quattro conservatori di Modena, Reggio, Parma e Piacenza.


Riproduzione riservata © 2018 TRC