in:

Trenta dei quaranta lavoratori, che con il cambio di appalto rischiavano il posto, passeranno a Cea alle stesse condizioni applicate da Cpl. Gli altri dieci in carico a Cpl

Accordo raggiunto fra Cpl Concordia e Cooperativa edile Appennino (Cea) sul destino dei lavoratori che, con il cambio di appalto per la gestione del pronto intervento gas e acqua di Hera, si erano ritrovati a rischiare il posto. Lo annuncia una nota della Cgil. “L’accordo sancito oggi a Palazzo Malvezzi, alla presenza dell’assessore provinciale alle Attività produttive Graziano Prantoni, prevede – spiega la nota- che 30 dei 40 dipendenti a tempo indeterminato passino a Cea alle medesime condizioni economiche e di inquadramento applicate ad oggi da Cpl”. Gli altri 10 lavoratori resteranno invece in carico a Cpl. “Un importante accordo- lo definisce il segretario della Fillea-Cgil, Maurizio Maurizzi- che salvaguarda l’occupazione dei lavoratori edili in un momento in cui il settore è fortemente colpito dalla crisi che vede quotidianamente la perdita di posti di lavoro”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC