in:

Altri ostacoli per la vertenza Terim. Il ministero del Lavoro, infatti, non ha ancora autorizzato la cassa integrazione straordinaria in deroga per consentire la ripartenza dell’attività

Un nuovo ostacolo per i lavoratori della Terim di Baggiovara. Dopo la sigla dell’accordo con il quale, a settembre, l’imprenditore egiziano Khaled Farouk ha acquisito, con la sua Eg-Italy, l’azienda modenese attiva nella produzione di elettrodomestici, ora il problema sono gli ammortizzatori sociali. Il ministero del Lavoro, infatti, in assenza di un quadro chiaro relativamente a fondi e requisiti necessari, non ha ancora autorizzato l’anno di cassa integrazione straordinaria in deroga richiesto per consentire la ripartenza dell’attività produttiva, prevista per il 2015. L’intesa prevede la ricollocazione di 201 lavoratori, mentre per altri 138 è prevista la mobilità volontaria con incentivo all’esodo. Ma in assenza della cassa integrazione diventa difficile per l’azienda far partire il piano industriale.


Riproduzione riservata © 2018 TRC