in:

Un milione e mezzo per riqualificare l’area delle ex Fonderie. Lo chiede il Comune di Modena candidandosi al bando regionale

Un milione e mezzo per riqualificare l’area delle ex Fonderie. Lo chiede il Comune di Modena candidandosi al bando regionale sulla rigenerazione urbana nella speranza di ottenere un finanziamento che servirebbe a rilanciare lo stabile di viale Ciro Menotti. La giunta comunale ha approvato una doppia delibera, con la prima si dà l’ok alla riqualificazione del comparto aggiornando il progetto partecipato sulle nuove Fonderie, con il secondo si dà il via libera appunto alla partecipazione del Bando che, in caso di vittoria, porterebbe a Modena almeno la metà dei soldi che servono al primo dei quattro stralci, ovvero in totale 3 milioni e 700mila euro che servirebbero a sistemare l’ex palazzina, finanziando l’insediamento dell’Istituto Storico. Il secondo stralcio partirà dall’ingresso di quest’ultimo e si svilupperà verso l’interno dello stabilimento, il terzo spera nel recupero di altri cinquemila metri quadratisempre per funzioni legate a ricerca e innovazione mentre il quarto stralcio interessa la realizzazione di una parte più residenziale. Di fatto il progetto presentato al bando regionale riguarda solo l’area della Palazzina da riqualificare per realizzare uffici, aule didattiche e a piano terra la bilioteca e l’achivio dell’istituto stoico, appunto. In programma poi c’è anche la riqualificazione dell’area del monumento dedicato ai caduti del 9 gennaio 1950.


Riproduzione riservata © 2018 TRC