in:

I sindacati della sanità protestano per la scarsa trasparenza nelle spese aziendali.

Stato di agitazione per infermieri, ostetriche, tecnici, operatori socio sanitari ed amministrativi. I sindacati della sanità protestano per la scarsa trasparenza nelle spese aziendali, l’insoddisfacente applicazione degli accordi sindacali e l’eccessiva disponibilità nei confronti della dirigenza medica. Cisl, Cobas e Fials chiedono dunque alla direzione dell’azienda Usl una svolta nelle relazioni sindacali e la sollecitano ad adottare un atteggiamento di maggiore equità, trasparenza e coerenza.


Riproduzione riservata © 2018 TRC