in:

Comunicazione del sindaco Matteucci ai sindacati. “A partire dal 2014 compiremo scelte di progressiva riduzione”, a partire dallo 0,6 attuale

“Al termine dell’incontro di questa mattina con l’assessore al Bilancio Valentina Morigi abbiamo deciso: a partire dal 2014 compiremo scelte di progressiva riduzione dell’addizionale Irpef”, annuncia oggi il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci. Continua il sindaco: “Quasi tutti i Comuni italiani applicano l’addizionale massima dello 0,8. Noi no, abbiamo l’addizionale dello 0,6. La diminuiremo. Di pochi euro, perchè diversamente ci saltano gli equilibri di bilancio e con essi la possibilita” di assicurare i servizi ai cittadini”.

 

Se con l’applicazione della Tia al posto della Tares, come deciso recentemente dalla giunta, “evitiamo aumenti fino al 50% per le imprese”, con la “graduale” diminuzione dell’addizionale Irpef “vogliamo abbassare le tasse a pensionati e lavoratori”, spiega Matteucci in una nota. Questa mattina il sindaco ha informato della linea sull’Irpef i sindacati (Costantino Ricci segretario della Cgil, Antonio Cinosi segretario della Cisl, Riberto Neri segretario della Uil): “Nell’ultimo verbale di intesa firmato fra noi e i segretari di Cgil, Cisl e Uil è contenuto l’impegno ad attenuare la pressione fiscale per lavoratori e pensionati. Adesso si fa, a partire dal 2014. Insieme ai sindacati concerteremo le modalità e i criteri della riduzione dell’addizionale Irpef”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC