in:

I lavoratori domani incroceranno le braccia contro la legge di stabilità. Protesta organizzata da Cgil-Cisl e Uil. A rischio i servizi pubblici

Lo sciopero della discordia. Da una parte i sindacati, di nuovo uniti, che domani chiedono ai lavoratori di scendere in piazza contro la legge di stabilità, dall’altra gli industriali che sollevano importanti interrogativi. “Siamo davvero sicuri – si chiedono da via Bellinzona – che questa forma di protesta vada davvero incontro alle esigenze delle aziende e dei loro dipendenti visto il momento di crisi?” Per Confindustria Modena, uno sciopero in questo momento è come togliere benzina a una macchina che sta cercando di ingranare la marcia: una protesta sbagliata, secondo gli imprenditori modenesi, perché incide direttamente sull’attività delle imprese e sulle buste paga dei lavoratori, senza avere obiettivi concreti da perseguire. Nonostante le perplessità degli Industriali, lo sciopero ci sarà. Disagi possibili negli uffici pubblici, a scuola, come nella sanità e nei trasporti pubblici. A Modena un corteo partirà da piazzale Sant’Agostino alle 9 per raggiungere Largo San Giorgio dove alle 10.30 i delegati delle tre sigle terranno un comizio. Non si fermeranno solo per lo sciopero nazionale, invece, i dipendenti delle Ceramiche Sichenia, che domani incroceranno le braccia per 8 ore per difendere il posto di lavoro. La proprietà ha infatti comunicato che non può garantire il futuro occupazionale del magazzino spedizioni di Fiorano e degli stabilimenti produttivi di Sassuolo. A rischio 100 posti di lavoro su un totale di 280 lavoratori. Non sembra essere messa meglio la Simint di Baggiovara. Non tutti i dipendenti della Giorgio Armani impegnati a Baggiovara avrebbero accettato il trasferimento a Milano. Del primo blocco, che interessa 20 lavoratori, per 7 di questi sarebbe stato avviato un processo di mobilità. Per lo stabilimento Ex Deanna di San Martino in Rio, invece i possibili licenziamenti sarebbero 24 su circa 110 dipendenti. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC