in:

E tutte le volte la Provincia deve avvertire il lavoratore. Per tagliare le spese Palazzo Malvezzi ha deciso che la comunicazione sarà online.

Mediamente, ogni mese, tra le 350 e le 400 persone perdono lo stato di disoccupazione “per mancata presentazione, senza giustificato motivo, ai colloqui o alle altre misure concordate con i Centri per l”impiego della Provincia di Bologna”. In base alla normativa nazionale, ribadita da quella regionale, “la persona disoccupata è tenuta a presentarsi ai Cip, quando convocata. A causa della crisi, “l”incremento del numero dei disoccupati iscritti nei Cip di Bologna ha determinato anche il conseguente aumento degli utenti per i quali viene disposta la perdita dello stato di disoccupazione”, spiegano da Palazzo Malvezzi, che ogni volta deve inviare la raccomandata che informa del provvedimento di perdita dello stato di disoccupazione. Un onere economico non indifferente per la Provincia, che ha quindi deciso di ridurre questa voce di spesa: la comunicazione personale cartacea tramite raccomandata viene sostituita con una procedura di consultazione informatica. Ogni utente, ora, collegandosi al portale Lavoro della Provincia può inserire il codice fiscale e verificare l’inserimento nell’elenco delle persone che hanno perso lo stato di disoccupazione per mancata presentazione al colloquio.


Riproduzione riservata © 2018 TRC