in:

Il segretario di Modena Carlo Alberto Rossi teme che la manovra penalizzi ulteriormente l’occupazione

Continua a far discutere la riforma del lavoro, ma le critiche al provvedimento del Governo non arrivano più solo dai sindacati. Dopo Confindustria, anche le piccole e medie imprese hanno più di una perplessità. In particolare, il segretario di Lapam Modena, Carlo Alberto Rossi, sottolinea come la manovra rischia di trasformarsi in un boomerang per l’occupazione. Motivo di questa preoccupazione, la possibilità che la lotta alle false partite Iva si trasformi in lotta alle partite Iva, con un nuovo ricorso a manodopera in nero da parte delle imprese per sopravvivere. “Le forme di lavoro autonomo e parasubordinato – sottolinea Rossi – non vanno demonizzate e imporre una quota di stabilizzazioni per legge è un grave errore, soprattutto per le piccole e medie imprese. La priorità – conclude – andrebbe invece data a diminuire il costo del lavoro: fattore determinante per dare ossigeno alle imprese e consentire di sostenere l’occupazione”. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC