in:

Il progetto è di ricercatori e docenti dell’Università di Modena e Reggio Emilia

Si chiama Ecotecnomat srl la neonata società che ha come obiettivo il recupero di rifiuti e scarti industriali per trasformarli nuovamente in  materiali, ma ecologici, da usare nella produzione. L’idea è nata da docenti e ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia, che – con il pieno appoggio dell’Ateneo e non solo – intendono produrre e commercializzare le loro scoperte. Partecipano al progetto personale di ingegneria dei materiali, ingegneria ambientale, ma anche imprenditori e docenti della facoltà Enzo Ferrari. I primi risultati hanno riguardato gli scarti edili e della ceramica, e il loro recupero ha anche un vantaggio di efficienza energetica e di risparmio sulle materie prime per le aziende. La nuova società ha già ottenuto vari riconoscimenti, tra una menzione al festival della Green economy, e ha partecipato alla fiera Ecomondo. Ora sta puntando l’attenzione sul vetro.


Riproduzione riservata © 2018 TRC