in:

In tempi di crisi fare innovazione per le piccole e medie imprese è sempre più condizione necessaria. La pensa cosi’ Confesercenti Modena che propone la nascita del Club delle imprese Innovatrici.

Sono oltre 20 mile le imprese attive sul territorio modenese nei settori del commercio, dei pubblici esercizi, del turismo e dei servizi alla persona,  Una larga parte del tessuto economico locale da conoscere e salvaguardare; piccole e medie attività imprenditoriali esposte attualmente, al pari delle altre, a difficoltà sempre maggiori, ma che non rinunciano ugualmente ad andare avanti, ottenendo risultati positivi. Molte hanno saputo anticipare i tempi, progettando il cambiamento diversificando prodotti e servizi e arricchendo la propria offerta. Processi frutto di capacità imprenditoriale, ma troppo spesso circoscritti all’interno della singola azienda. Per questo Confesercenti Modena, insieme alla facoltà di Economia Marco Biagi e a Democenter Sipe hanno deciso di analizzare le tante esperienze di innovazione, per trovare gli elementi di potenziale trasferibilità al fine di rafforzare e difendere la cultura dell’innovazione. Se ne è parlato giovedì pomeriggio alla Camera di Commercio di Modena nel corso del convegno "L’innovazione nei servizi: una sfida per il futuro". Un convegno che rappresenta la prima tappa di un percorso che prevede l’istituzione di un Comitato tecnico scientifico per lo studio e la valutazione delle imprese dei servizi che innovano, e successivamente la costituzione del Club delle imprese innovatrici. 


Riproduzione riservata © 2018 TRC