in:

Bocciata dal giudice l’opposizione di sette aziende modenesi

Cgil aveva denunciato 7 aziende modenesi, tra cui Ferrari, Maserati, Cnh e Rossi motoriduttori, per attività antisindacali. Queste avevano fatto opposizione; opposizione ora respinta dal giudice che ha dato così ragione alla Fiom. Motivo del contendere, ancora una volta, la patata bollente del contratto. Questa volta si trattava di una questione di date e scadenze. Termini secondo il giudice non rispettati da parte delle imprese che avevano applicato il contratto separato del 2009, quando era ancora in vigore l’accordo nazionale del 2008. Ora alla luce di questa sentenza la Fiom intende esercitare in pieno i suoi diritti, primo fra tutti quello che le venga riconosciuta la rappresentanza sindacale in azienda e di potere partecipare alle assemblee.


Riproduzione riservata © 2018 TRC