in:

Lo dice un’indagine della Camera di Commercio. I prossimi mesi segnati dal calo dei quantitativi

L’anno 2011, per le imprese del manifatturiero modenese, chiude col segno positivo, ma registra anche un rallentamento, più evidente nell’ultimo trimestre. E’ il quadro delineato dai dati dell’indagine congiunturale svolta dalla Camera di Commercio di Modena, in collaborazione con Cna e Confindustria. Il bilancio del manifatturiero modenese si è chiuso con un +7,2% rispetto all’anno precedente, mentre il fatturato si è alzato dell’8.6%. La Camera di Commercio nota però, dopo un’ascesa del 5,1% nel terzo trimestre, una flessione fino a quota 2,3% nel quarto per quanto riguarda la produzione. Stesso andamento per il fatturato, salito del 7,2% nel terzo trimestre per poi procedere con un 3,6% nel quarto. Una fase di difficoltà evidente, dunque, e non destinata a concludersi, avvertono gli esperti. Le tendenze indicano che per quasi un terzo delle imprese intervistate i prossimi mesi saranno contrassegnati da una diminuzione dei quantitativi prodotti, mentre solo il 14,5% si attende un aumento. A trainare la crescita sono state soprattutto le esportazioni. I buoni dati registrati fino a settembre dello scorso anno non permettono però di sentirsi al sicuro, quanto il rallentamento congiunturale che si registra nel commercio internazionale inizia a ripercuotersi anche sulle esportazioni dell’industria locale.


Riproduzione riservata © 2018 TRC