in:

La vendemmia quest’anno partirà con una decina di giorni di anticipo rispetto al normale periodo di raccolta. I viticoltori sono ottimisti

Gli italiani continuano a bere vino in maniera stazionaria, ma l’export vola con un +14% e sono in aumento, anche all’estero, le richieste di Lambrusco. Si avvicina il periodo della vendemmia, che quest’anno sarà anticipata di circa dieci-dodici giorni rispetto alla media degli scorsi anni. Le previsioni nel modenese sono buone sia per quanto riguarda la qualità che la quantità, con una stima del +5% a livello nazionale. Le alte temperature registrate ad aprile e maggio hanno stravolto il normale andamento delle fasi , decretando così l’avvio anticipato della raccolta. I viticoltori sono ottimisti come conferma il presidente della Cia di Modena. Per il Lambrusco di Sorbara i quantitavi sono inferiori del 25-30% rispetto al 2010, annata che si era caratterizzata come particolarmente abbondante.


Riproduzione riservata © 2018 TRC