in:

Con piccoli fondi depositati su vecchi libretti di risparmio non si diventa ricchi. A lanciare il monito è Federconsumatori

Vero è che in tempo di crisi tutto fa brodo, ma è anche vero che farsi trasportare da false credenze non serve a niente. A lanciare questo avvertimento è Federconsumatori Modena, che comunica a tutte le persone che hanno ritrovato un vecchio libretto di risparmio con qualche deposito risalente ai passati decenni, che non si diventa milionari. Sono diversi infatti i modenesi che nelle scorse settimane, avendo letto la falsa notizia che parlava di un libretto del 1942 con 400 lire che si sarebbero trasformate in centinaia di migliaia di euro, si sono rivolti all’associazione credendo di essersi arricchiti improvvisamente.


Riproduzione riservata © 2018 TRC