in:

Prima variazione di bilancio, nel 2011, per Modena, approvata a maggioranza in consiglio comunale. Una manovra da 1 milione e 200 mila euro, tra risparmi e recuperi.

Non è stata una discussione facile, e nemmeno breve: solo dopo tre ore il consiglio comunale di Modena ha approvato, a maggioranza, una variazione di bilancio per il 2011 di 1 milione e 200mila euro. Contraria l’opposizione, astenuta l’Udc. E’ la prima di tre manovrine previste entro la fine dell’anno, per ritoccare i parametri di previsione di alcune entrate. In particolare, ha spiegato l’assessore al bilancio Alvaro Colombo, per un minor numero di entrate nei primi sei mesi in concessioni edilizie e sanzioni, voci difficilmente prevedibili con precisione. “La complessità del patto di stabilità – ha aggiunto – impone necessariamente ritocchi in corso d’anno”. Le entrate, derivanti da plusvalenze di alienazioni di aree Peep, recuperi di spese giudiziarie e recupero Tarsu, saranno accompagnate da tagli, riducendo gli incarichi esterni e facendo slittare al 2012 due opere, la rotatoria di via Scartazza e la copertura della pinacoteca a palazzo dei Musei. Nel nuovo capitolo spese, invece, sono previste manutenzioni stradali, ma anche contributi a cultura, istruzione e politiche sociali. Bocciato l’emendamento di Modena cinque stelle per la vendita di azioni Hera.


Riproduzione riservata © 2018 TRC