in:

Giornata modenese di Romano Prodi. L’ex presidente del consiglio ha prima partecipato ad un incontro sulla cooperazione internazionale all’Università, poi a Confindustria ha incontrato gli imprenditori modenese. “La crisi economica – ha detto loro -è soprattutto uno spartiacque: non tutti riusciranno a superarla, ma il Modello Emilia può essere ancora vincente, a patto di avere le idee giuste per stare sui mercati mondiali”.

La crisi come spartiacque che solo le aziende capaci di stare sui mercati internazionali, riusciranno a superare. Ma l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi agli imprenditori modenesi accorsi oggi pomeriggio ad ascoltarlo all’auditorium di Confindustria, ha lanciato un messaggio di speranza: competere nel mondo globalizzato e conquistare i mercati dei Paesi emergenti non è solo un fatto di dimensione, ma soprattutto di idee. Un modo per rispondere alla sollecitazione con cui il presidente di Confindustria Modena Pietro Ferrari, aveva aperto il convegno, citando il passo del De Vulgari Eloquentia in cui Dante scrive “io, che ho il mondo per patria, come i pesci hanno il mare”. Mare tempestoso per l’esule fiorentino, come per gli industriali quest’epoca di profonde trasformazioni. Sfida che però si può vincere – ha ribadito Prodi – a patto di uscire da vecchi modelli, come quello delle imprese a conduzione familiare.


Riproduzione riservata © 2018 TRC