in:

“Denunceremo Caprotti ed Esselunga non solo per diffamazione, ma anche per concorrenza sleale”. In risposta alle due pagine a pagamento pubblicate domenica scorsa sui principali quotidiani locali e nazionali dal patron di Esselunga, il presidente di Coop Estense, Mario Zucchelli, annuncia nuove azioni legali.

La lunga vicenda dell’area dell’ex Consorzio agrario si arricchisce di nuovi capitoli che ne definiscono sempre meglio i contorni. Stamattina, rispondendo alle accuse lanciate domenica da Esselunga con le due pagine a pagamento pubblicate sui principali quotidiani locali e nazionali, il presidente di Coop Estense Mario Zuccheli che rimarcato come già nel 1995 la cooperativa avesse iniziato a trattare con il Consorzio agrario l’acquisizione dell’area. Intesa raggiunta, ma mai formalizzata per l’intervenuto fallimento e fu a quel punto che Caprotti, tramite l’Edilmontanari, scese in campo."Fu in quel momento – racconta Zucchelli – che per tutelare la volontà dei 70mila soci modenesi di ammodernare la Coop di via Canaletto, si decise di acquisire l’area ex Rizzi". “E tutto – assicura il presidente di Coop Estense – fu fatto in modo trasparente, regolare e alla luce del sole”. Per questo ora Zucchelli annuncia nuove azioni legali contro Caprotti ed Esselunga. Uno speciale su Trc-Telemodena Le dichiarazioni di Zucchelli che vi abbiamo appena proposto sono state stralciate dall’intervista esclusiva che vi proporremo integralmente stasera alle 19.50 e domani, in replica, alle 13,15 e alle 18,45.


Riproduzione riservata © 2017 TRC