in:

Inflazione stabile rispetto al mese di maggio. Calano ristorazione e carburanti. E Confcommercio concentra i propri sforzi sulla valorizzazione del commercio tradizionale e del turismo locale come sbocco occupazionale.

Cresce l’inflazione rispetto allo scorso anno, ma resta stabile rispetto al mese di maggio. A giugno il tasso tendenziale annuo è infatti salito a + 1,1%. Generalmente stabili i capitoli presi in esame, il calo più sensibile riguarda il settore della ristorazione e dei servizi ricettivi, in aumento invece i prezzi di camping e agriturismo. In calo i carburanti, mentre continuano a lievitare i prezzi dei settori oreficeria e prodotti di bellezza. Confcommercio punta sul turismo locale. Un coordinamento tra le associazioni del commercio per sedere ai tavoli programmatici istituzionali e per discutere assieme le scelte che riguarderanno le prospettive per l’economia modenese e per il futuro delle piccole e medie imprese del nostro territorio. Lo ribadisce Ascom Confcommercio alla vigilia dell’assemblea generale dell’associazione che si svolgerà domani nella sede di via Begarelli All’ordine del giorno saranno discussi anche i temi che assumono particolare rilevanza in questa fase di difficile momento economico generale come gli effetti della manovra economica sugli enti locali, il ruolo del commercio tradizionale, la valorizzazione del turismo e delle eccellenze del territorio come sbocco occupazionale, il credito alle imprese ma anche l’impegno dell’associazione verso la formazione professionale per rendere più forti le imprese associate. Riguardo i dati diffusi oggi dall’associazione spicca il -5% del pil modenese nel 2009, un calo superiore rispetto al dato regionale -3,8 e a quello nazionale -3,3%. Con un saldo negativo dell’1,7%, cala anche il numero di aziende iscritte nel registro imprese di Modena al 31 marzo 2010 rispetto ai 12 mesi precedenti. Costruzioni e industria manufatturiera sono i settori che soffrono maggiormente. Per quanto riguarda l’occupazione nel settore del commercio il saldo negativo è dello 0,5%


Riproduzione riservata © 2017 TRC