in:

Non solo la Cgil ha proclamato per il 25 lo sciopero generale contro la manovra economica, ma in tutta Europa i sindacati si preparano ad una manifestazione sovranazionale.

Una manovra che colpisce le fasce più deboli, che non tocca i redditi alti e le grandi ricchezze, che non risolve, ma anzi aggrava le debolezze strutturali del comparto pubblico: la Cgil ha indetto per il 25 giugno prossimo uno sciopero generale contro la manovra del Governo Berlusconi, manovra che solo ieri ha ottenuto il placet dell’Europa. In mattinata, nel corso dell’attivo dei delegati, Nicola Nicolosi della segretaria nazionale della Cgil ha ricordato che proprio in tutta Europa i sindacati stanno manifestando contro questo tipo di provvedimenti e che anzi per settembre si prepara una manifestazione sovranazionale. Lo sciopero nazionale del 25 giugno sarà per l’intera giornata e riguarderà tutti i settori. Per l’Emilia Romagna la manifestazione si terrà a Bologna con comizio in piazza Maggiore di Susanna Camuso. Ancora quindi una iniziativa separata da Cisl e Uil, le cui categorie meccanici solo ieri hanno firmato l’intesa Fiat sullo stabilimento di Pomigliano, mentre la Fiom aveva lasciato il tavolo…


Riproduzione riservata © 2017 TRC