in:

“Abbiamo investito tutte le risorse commerciali a disposizione per offrire ogni giorno i prezzi più bassi sul mercato, garantendo al contempo qualità e sicurezza dei prodotti, e i consumatori ci hanno premiato”. E’ il messaggio lanciato stamattina nel corso dell’assemblea generale dei delegati, da Mario Zucchelli, riconfermato presidente di Coop Estense.

Da una parte la crisi, dall’altra Coop Estense che nell’anno più difficile per migliaia di famiglie è riuscita ad aumentare le vendite, nonostante la contrazione dei consumi. Un risultato conseguito grazie all’impegno quotidiano messo in campo dalla cooperativa di consumatori per essere l’insegna più conveniente, garantendo al contempo la qualità e la sicurezza dei prodotti e le tradizionali occasioni di sconto e risparmio ai soci e ai consumatori. Un impegno che ha consentito a Coop Estense di chiudere il bilancio 2009 con oltre 30 milioni di utili, vendite in crescita dell’1,3% e quasi 400 dipendenti in più. Un bilancio addirittura migliore di quello del 2008 che gli oltre 600mila soci della cooperativa hanno approvato partecipando nelle scorse settimane alle 31 assemblee di zona organizzate. Stamattina, all’Assemblea generale che si è svolta all’Auditorium Ferrari di Maranello, i delegati in rappresentanza dei distretti in cui è presente Coop Estense, Modena, Ferrara, Matera e la Puglia, hanno ratificato le decisioni, stabilendo un ristorno ai soci dello 0,60% sulle spese fatte nel 2009 e confermando Mario Zucchelli alla guida della cooperativa e Tino Cesari, come vicepresidente. Molto significativa nel nuovo cda di Coop Estense la presenza femminile con 10 donne elette su 25 consiglieri, di cui 6 di nuova nomina. In apertura di lavori, il Sindaco di Maranello, Lucia Bursi, e il presidente della Provincia, Emilio Sabattini, hanno sottolineato come in tempo di crisi il ruolo di Coop Estense sia particolarmente prezioso per garantire una maggiore equità sociale. L’economista Vaciago Equità sociale messa a rischio anche dalla necessità del Governo di ridurre il debito pubblico. “Una priorità per tutta l’Europa – ha detto nel suo intervento all’Assemblea dei delegati di Coop Estense, l’economista Giacomo Vaciago – ma che inevitabilmente comporterà grandi sacrifici per le famiglie italiane: e come sempre a pagare di più saranno i più poveri”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC