in:

Disatteso l’accordo alla Sicar di Carpi per mancanza di liquidità dell’azienda. Scatta lo sciopero e un presidio ad oltranza

E’ di nuovo sciopero alla Sicar di Carpi. A fine marzo era stato trovato, dopo 50 ore di sciopero, un faticoso accordo tra le parti. Oggi ai lavoratori avrebbe dovuta essere corrisposta una prima tranche, ma i soldi non sono arrivati. Nel pomeriggio l’azienda, ai lavoratori in stato di agitazione, ha comunicato di non avere la disponibilità economica necessaria. I vertici hanno spiegato che le banche che si erano dimostrate in un primo momento disponibili non hanno poi messo a disposizione le risorse necessarie. Immediato quindi uno sciopero di 4 ore, mentre è stato dato vita a un presidio all’interno dei locali dell’azienda che – annunciano – continuerà ad oltranza. I sindacati hanno chiesto l’intervento anche degli amministratori locali.


Riproduzione riservata © 2017 TRC