in:

Coop Estense sempre più leader di convenienza. “Tra gennaio e marzo – hanno spiegato stamattina i vertici della cooperativa – il risparmio per chi sceglie i nostri negozi per fare la spesa è in costante crescita”. Intanto, dal 12 aprile, Coop Estense è già pronta a ridurre il costo dei prodotti a valenza sociale.

Quasi 7 milioni di risparmio già garantiti a soci e consumatori con le iniziative promozionali messe in campo dall’inizio dell’anno. Ma la sfida lanciata da Coop Estense ai principali concorrenti nel 2010, è molto più ambiziosa: costringerli ad abbassare i prezzi per creare un mercato complessivamente più conveniente. Quasi una missione, in tempo di crisi e con migliaia di lavoratori in cassa integrazione, quella che si è data la cooperativa che dall’inizio dell’anno si è impegnata a garantire il prezzo più basso rispetto al miglior concorrente di ogni singolo bacino sui prodotti a forte valenza sociale, quelli fondamentali per la vita di tutti i giorni. E i risultati, certificati da enti esterni che hanno effettuato rilevazioni su migliaia di prodotti, confermano che tra gennaio e marzo il risparmio per chi ha scelto di fare la spesa nei negozi Coop Estense è in costante crescita. “Ma adesso – hanno sottolineato i vertici della cooperativa presentando i dati – ci aspettiamo che Esselunga e Conad corrano ai ripari abbassando a loro volta i prezzi”. E, intanto, Coop Estense ha già pronta la contromossa: un ulteriore ribasso tra il 2 e il 4% del costo di tutti i prodotti a valenza sociale, a partire dal 12 aprile. “Perché il mandato dei soci per il 2010 – sottolinea Edy Gambetti, direttore commerciale della cooperativa – è di puntare al massimo sulla convenienza per aiutare le famiglie ad affrontare la crisi economica”. “La sfida lanciata quest’anno da Coop Estense ai principali concorrenti per costringerli ad abbassare i prezzi e calmierare così l’intero mercato, ci riporta alle battaglie contro il mercato nero dell’immediato dopoguerra”. Lo evidenzia il presidente Mario Zucchelli, che sottolinea così come siano diverse e alternative a quelle dei rivali le scelte della cooperativa.


Riproduzione riservata © 2016 TRC