in:

In un anno difficile per il comparto (le vendite delle auto di lusso sono calate del 35%), la Ferrari ha comunque tenuto. La conferma viene dai dati del bilancio consuntivo 2009 discusso, oggi, a Maranello.

In un anno difficile per il comparto (le vendite delle auto di lusso sono calate del 35%), la Ferrari ha comunque tenuto. La conferma viene dai dati del bilancio consuntivo 2009 discusso, oggi, a Maranello, dal consiglio di amministrazione dell’azienda, alla presenza del presidente Luca Cordero di Montezemolo. Le consegne delle vetture al cliente finale sono diminuite del 5%,, ma la quota della presenza Ferrari in tutti i paesi del mondo è aumentata, mediamente, di 10 punti percentuali, sull’onda soprattutto del buon successo ottenuto dalla Ferrari California. Il principale mercato di riferimento si conferma l’America del Nord e la debolezza del dollaro su questo fronte si è fatta sentire. Consistenti gli investimenti in innovazione: nonostante la crisi, in ricerca e sviluppo è stato indirizzato oltre il 18% del fatturato totale. Quanto al futuro, Montezemolo è stato chiaro: il 2010 sarà un anno difficile, i primi segnali di ripresa non arriveranno che in autunno.


Riproduzione riservata © 2016 TRC