in:

Per aiutare le famiglie più colpite dalla crisi economica scende in campo la Fondazione Cassa di risparmio di Carpi che ha stanziato 250mila euro. Le richieste vanno presentate ai Comuni di Carpi, Novi e Soliera.

250mila euro per aiutare i lavoratori in difficoltà a causa della crisi economica. La Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi ha annunciato stamattina di aver istituito un fondo straordinario anticrisi che sarà ripartito in base alla popolazione residente tra i tre comuni di Carpi, Novi e Soliera. Ai contributi, in base al reddito, possono accedere i lavoratori che, dal 1° ottobre 2008, sono stati licenziati, hanno perso il posto per il mancato rinnovo del contratto, sono in cassa integrazione o ricevono un altro ammortizzatori sociale e gli autonomi che hanno cessato l’attività. Il fondo della Fondazione Cassa di Risparmio punta ad aiutare le persone in difficoltà a pagare affitto, spese condominiali e bollette, in modo da scongiurare sfratti e tagli delle utenze. “Con questi 250mila euro – commenta Gian Fedele Ferrari, presidente della Fondazione – proviamo a rispondere ad un bisogno fondamentale, oggi a rischio, la sicurezza di avere un’abitazione per sé e per la propria famiglia”. Per questo Ferrari ha già annunciato la disponibilità della Fondazione ad aumentare lo stanziamento economico, in caso di protrarsi della crisi. Molto soddisfatti del provvedimento i sindaci di Carpi e Novi, Enrico Campedelli e Luisa Turci, e il vice sindaco di Soliera, Roberto Solomita, che stamattina hanno presenziato alla presentazione del fondo straordinario anticrisi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC