in:

Andamento sostanzialmente positivo, soprattutto in una fase che rimane non facile. Nel bilancio di Confesercenti vanno bene gli acquisti di prodotti alimentari tipici. In ribasso il mercato ambulante.

Un quadro positivo che fa ben sperare anche per il periodo dei saldi. Questo ritrae l’indagine sugli acquisti dei modenesi condotta da Confesercenti durante il periodo natalizio. Il 53% delle 110 imprese intervistate segnala una complessiva tenuta nell’andamento delle vendite a cui si unisce il 17,3% dei soggetti interpellati che ha registrato un aumento delle vendite. Stabili i prodotti di profumeria; la flessione più significativa invece è quella registrata per l’abbigliamento. Trend stabile con punte di leggero aumento anche per bar e ristoranti. In ribasso, al contrario, gli affari per gli operatori del commercio ambulante, penalizzati soprattutto dal maltempo che ha caratterizzato il periodo. Analizzando le diverse merceologie più vendute, tra gli alimentari spiccano quelli legati alla tradizione del Natale e della nostra provincia: zamponi e cotechini che continuano ad essere un classico per le tavole delle feste, come del resto i panettoni. Incremento nelle vendite anche per quanto riguarda formaggi, agnello, pesce, prodotti alimentari in offerta e spumante, mentre c’è stata una certa rinuncia da parte dei consumatori nell’acquisto di salmone, caviale, anguilla e vini esteri. In calo anche le ceste natalizie. In leggera ascesa anche la vendita di telefoni cellulari, I Phone e lampade a basso consumo energetico, accessori, pc portatili e tv digitali, mentre si fermano gli acquisti di grandi elettrodomestici e computer da tavolo. L’abbigliamento rimane il settore che complessivamente registra la flessione maggiore, ma per questo c’è tempo per rifarsi con i saldi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC