in:

Lo stabile di ViaTacito dovrà essere sottoposto a ristrutturazione e poi riaprire con un nuovo marchio. I dipendenti temono per la loro ricollocazione.

Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori del negozio Emmelunga di via Tacito a Modena. Lo stabile fra 20 giorni deve essere sottoposto a ristrutturazione, per poi riaprire con diverso marchio. Ma ai dipendenti, spiega Filcams Cgil, è stata comunicata solo la chiusura dall’11 gennaio, senza però fornire indicazioni su come e dove e se verranno ricollocati i lavoratori. E stato di agitazione anche all’Inalca Jbs di Castelvetro, gruppo Cremonini, dopo che si è interrotta la trattativa per il rinnovo del contratto aziendale. Cgil e Uil giudicano inaccettabili le proposte della dirigenza.


Riproduzione riservata © 2016 TRC