in:

In primo piano interventi a sostegno delle persone, delle famiglie, del lavoro e delle imprese, per superare la crisi e porre le basi per una ripresa duratura. Sanità: dallo stato non arrivano risorse sufficienti per garantire un servizio adeguato.

Un bilancio volto a sostenere il sistema Emilia-Romagna non solo nella fase di uscita dalla crisi, ma orientato a creare anche solide basi per una ripresa duratura, che salvaguardi i posti di lavoro, la qualità ambientale e sociale. E’ l’obiettivo della squadra di Vasco Errani che per il 2010 mette in campo entrate e spese per 14 miliardi di euro. In uno scenario particolarmente difficile, la Regione ha scelto di privilegiare alcuni ambiti di intervento decisivi, sostenendo da un lato le famiglie e dall’altro il sistema produttivo, investendo maggiori risorse proprie per contrastare gli effetti derivanti dai minori trasferimenti dallo Stato. Tra gli impegni prioritari, in primo piano vi è la tutela del lavoro, attraverso il sostegno agli ammortizzatori sociali in deroga, nell’ambito del Patto contro la crisi,sottoscritto dai rappresentanti del sistema economico e sociale dell’Emilia-Romagna. Per questo sono previste nel 2010 risorse regionali per 148 milioni di euro. Centrale, in questa fase di crisi, è il tema dell’accesso al credito per le imprese con interventi mirati per singole categorie. Per le politiche sociali sono destinati quasi 88 milioni di euro, 22 dei quali costituiscono un Fondo straordinario al quale potranno attingere i Comuni, in crisi di risorse per effetto della diminuzione dei trasferimenti statali. Saranno sostenuti economicamente soprattutto gli interventi a tutela degli adolescenti, dei giovani e per prevenire rischi di abbandono o maltrattamento. Nel 2010 la sanità potrà contare su oltre 7.788 milioni di euro provenienti dal fondo sanitario nazionale. Ma si tratta di risorse insufficienti per coprire il fabbisogno del Servizio sanitario regionale, per questo la Regione prevede di investire proprie risorse per il miglioramento dei servizi per la salute.


Riproduzione riservata © 2016 TRC