in:

Passeranno anche la prossima notte sotto le stelle, i sei operai della Sitcar che protestano contro la messa in mobilità di dieci lavoratori. E la vertenza non sembra sbloccarsi. 

Il freddo della notte nulla ha potuto contro la rabbia degli operai della Sitcar di Formigine che da ieri mattina sono sul tetto del capannone per protestare contro la decisione della proprietà di mettere in mobilità dieci dipendenti. Sul tetto ci sono e ci restano,difficilmente accetteranno di scendere spontaneamente e in tempi brevi senza che la situazione si sblocchi. In serata anche il questore di Modena Salvatore Margherito si è recato in via Copernico per cercare una mediazione con i manifestanti, ma per il momento non ci sono spiragli. L’azienda infatti on sembra disposta a fare passi indietro. Ieri sera, dopo cinque ore di confronto con i sindacati, prima a Confindustria, poi in Provincia, alla presenza degli amministratori locali, la trattativa è saltata, all’improvviso. E il clima si è fatto ancora più pesante. Da stamattina a ricucire ci sta provando il Prefetto Giuseppina Di Rosa che ha già incontrato la delegazione della Fiom, cui ha garantito il suo massimo impegno personale. Altrettanto dirà alla proprietà, con l’obiettivo di riuscire a riportare tutti a sedere allo stesso tavolo.


Riproduzione riservata © 2018 TRC