in:

In apertura l’economia: aziende sempre più in crisi. A confermarlo oggi i dati sui fallimenti forniti dalla Camera di commercio: nei primi nove mesi del 2009 sono aumentati quasi del 100% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Erano stati 58 i fallimenti di imprese modenesi nel 2007, sono stati 103 nel 2008, con un aumento del 77,5%. E nei primi nove mesi del 2009 sono già stati 117, il 95% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. I dati sono forniti dal registro imprese della Camera di commercio che certifica la presenza per le aziende di procedure concorsuali. Se ai fallimenti si aggiungono i concordati preventivi e la liquidazione coatta il numero delle imprese coinvolte aumenta ulteriormente: 71 nel 2007, 114 nel 2008 e già 129 solo nel primi nove mesi del 2009. Sono i dati della crisi, che confermano una congiuntura economica difficilissima. Non a caso, sempre più spesso si ha notizia di presidi o scioperi di lavoratori che rischiano il posto. Domani stop alla produzione e presidio davanti allo stabilimento del colorificio Create di Finale Emilia. Motivo: la dirigenza ha deciso di mettere in liquidazione la società e – dicono i sindacati – rifiuta anche il confronto. Sempre domani sciopero alla Sitcar di Casinalbo di Formigine. Fiom Cgil condanna la decisione dei vertici di esternalizzare il reparto di montaggio, mettendo a rischio posti di lavoro. Infine, sempre la Cgil, si è rivolta all’ispettorato del lavoro per la vicenda di Coopolis, cooperativa di servizi con un centinaio di soci-lavoratori a Modena. Da otto mesi metà del personale è a casa senza reddito o cassa integrazione. Il sindacato punta il dito anche contro le ditte committenti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC