in:

Firmato da Cisl e Uil il rinnovo del contratto dei metalmeccanici e a Modena le tute blu scendono in strada.

Firmata oggi a Roma l’ipotesi di rinnovo del contratto nazionale dei metalmeccanici. Ne dà notizia la Fim-Cisl, che ha firmato la bozza insieme alla Uilm-Uil. A Modena l’intesa interessa circa 35 mila lavoratori occupati in un migliaio di aziende. “E’ la prima volta – commenta il segretario provinciale della Fim-Cisl modenese, Claudio Mattiello – che il contratto dei metalmeccanici viene rinnovato prima della scadenza e senza scioperi”. E nel pomeriggio molti lavoratori hanno manifestato a Modena, fuori da aziende come la Caprari, la Maserati e la Tetrapak, contro la firma dell’accordo separato. “E’ il risultato di una manovra che non ha voluto coinvolgere direttamente i lavoratori” ha affermato il segretario della Fiom Cgil Giordano Fiorani. Pronta la replica di Luigi Tollari della Uil di Modena: “Se con gli scioperi e i blocchi ritengono di fare meglio, portino loro a casa un accordo migliore”.


Riproduzione riservata © 2018 TRC