in:

La crisi economica ha influito sul turismo sull’Appennino modenese, che chiude la stagione con segno meno.

La crisi pesa anche sul settore del turismo. Paolo Lutti, presidente di Confesercenti Pavullo, traccia un primo bilancio della stagione estiva. E’ il segno meno a prevalere. Escludendo il turismo mordi e fuggi del fine settimana, “il quadro è desolante” – commenta Lutti: “La diminuzione del flusso dei villeggianti, così come dei visitatori ha pesato in maniera ragguardevole. A peggiorare la situazione anche l’andamento dei saldi, quest’anno negativi rispetto alle aspettative”. Per il presidente di Confesercenti Pavullo è rimasto a galla chi ha puntato sulla qualità e chi ha saputo inventarsi qualcosa di innovativo. Lutti invita commercianti ed esercenti a sfruttare al meglio il mese di settembre: chiusure per ferie troppo affrettate potrebbero privare visitatori e cittadini di servizi importanti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC