in:

La Provincia scommette sulla formazione professionale degli adulti contro la crisi. Tra settembre e ottobre partiranno 14 corsi di formazione ed altri 370mila euro sono stati stanziati.

Ripartire dalla conoscenza per battere la crisi. Rimettersi in gioco, avere un’altra opportunità, scommettendo su se stessi. A scriverlo è facile, suona anche bene, per chi ha perso il lavoro che faceva da una vita è più difficile. In aiuto di queste persone, sempre di più di questi tempi, arriva Frida il progetto della Provincia pensato per la formazione professionale degli adulti. Tra settembre e ottobre partiranno 14 corsi, in attesa di quelli che verranno finanziati con il secondo bando da 370 mila euro. I corsi sono rivolti in particolare a lavoratori e lavoratrici occupate, con particolare attenzione a più anziani, con bassa qualificazione, ai contratti atipici, a tempo parziale, stagionali, alle persone in mobilità. Tre gli enti di formazione che propongono le iniziative, tutte di breve durata e con un attestato di frequenza che ha valore di credito formativo per chi intende proseguire l’attività con percorsi successivi nell’ambito dell’istruzione o per conseguire una qualifica professionale. Modenaformazione propone sette corsi su vari temi: dalla sicurezza nell’ambiente di lavoro ai software applicativi per l’ufficio, dalla gestione delle informazioni in ambito amministrativo all’addetto di magazzino. Altri cinque li propone Aeca e riguardano lavorazioni meccaniche, elettronica e tecnologia degli impianti elettrici, allestimento di un punto vendita, accompagnamento merci. Gli ultimi due sono a cura del Cesvip: movimentazione e stoccaggio merci, operatori commerciali.


Riproduzione riservata © 2016 TRC