in:

Sciopero questa mattina alla Simint di Baggiovara: questa volta però il motivo non è la crisi o i posti di lavori a rischio. Interrotta la trattativa sull’integrativo aziendale per una inspiegabile – dicono i sindacati – rigidità della proprietà.

In un momento di forte crisi economica, che colpisce duramente anche il settore abbigliamento, e imprese come la Cherry Grove di Vignola, ci sono anche aziende solide, con buoni bilanci, ma che – dicono i sindacati – non vogliono riconoscere ai dipendenti l’importanza, in questi risultati, dell’alta professionalità dei lavoratori. Sciopero di 4 ore, questa mattina, alla Simint di Baggiovara, gruppo Armani, e presidio davanti ai cancelli. Motivo: interrotta la trattativa sul rinnovo dell’integrativo aziendale. Per Cgil e Cisl l’azienda si è mostrata insolitamente rigida sul premio per i lavoratori. Era dal 1994 che non vi erano problemi così gravi nelle relazioni sindacali alla Simint. Crisi, Confindustria con RegioneAnche Confindustria, in questi giorni, ha aderito al tavolo anticrisi istituito dalla Regione Emilia Romagna e che riunisce associazioni imprenditoriali e sindacati. A sei mesi dalla costituzione del patto, sono gia stati erogati dalla Regione fondi per la formazione e a sostegno delle famiglie, oltre ad aver attivato la cassa integrazione per evitare licenziamenti e utilizzato gli ammortizzatori sociali in deroga.


Riproduzione riservata © 2018 TRC