in:

Sfiduciati, molto più attenti al rapporto qualità -prezzo e a nuovi canali di promozione. E’ quanto emerge da l’ultima indagine della Cna di Modena sul comportamento dei consumatori.

Il clima di sfiducia perdura; l’atteggiamento del consumatore modenese è ancora molto cauto e l’attenzione ai prezzi è sempre più alta. La Cna di Modena ha interpellato 194 aziende dei settori commercio e servizi per capire qual è ora la percezione della crisi. Si acquista meno e succede, più di prima, di fare meno caso alla qualità. I modenesi comprano se hanno i soldi e pagano preferibilmente in contanti; raramente fanno ricorso al credito al consumo. Ricorre, invece, a pagamenti dilazionati, il 70% degli imprenditori sentiti da Cna: è ritenuta un’agevolazione efficace soprattutto da un anno a questa parte. Cosa fare? Intanto la metà delle aziende associate alla Cna di Modena ha voglia di innovarsi, utilizzando anche strumenti di promozione come posta elettronica e internet, considerando il fatto che molte chiuderanno in rosso quest’anno di attività. Riuscire poi ad organizzarsi in filiera può rappresentare, come Cna dice da tempo, molte opportunità in più anche per le realtà produttive locali.


Riproduzione riservata © 2018 TRC