in:

E’ stato presentato questa mattina a Bologna il Rapporto Sociale del Distretto Adriatico Coop. Si punta su occupazione stabile, qualità e tutela dei consumatori.

Garanzia del lavoro, ma anche convenienza e progetti mirati. Questa la strategia dell’Associazione delle Cooperative di Consumatori del Distretto Adriatico, della quale fanno parte Coop Estense, Coop Adriatica, Coop Nordest e altre cooperative di consumo di piccole dimensioni. In regione sono presenti 10 cooperative con 217 punti vendita, di cui 17 ipermercati, che impiegano complessivamente circa 13.400 dipendenti. In un anno in cui la crisi economica e finanziaria ha reso ancora più critico l’accesso al lavoro e la continuità lavorativa, Coop ha puntato sulla stabilizzazione dei contratti a tempo determinato, su misure a sostegno di cittadini consumatori come il raddoppio dello sconto dal 5 al 10 % per i detentori della social card e su una serie di progetti in relazione alla comunità locale, come “Brutti ma Buoni”. Significativo inoltre lo sforzo per supportare i soci, che oltre all’offerta per i soci e consumatori Coop, hanno beneficiato di aggiuntivi 97 milioni di euro, di cui 6 milioni in ristorno sociale, oltre 50 milioni in promozioni e 40 milioni in Collezionamento. A questi si aggiungono 328 convenzioni per attività culturali, sportive e servizi alla famiglia, oltre a 420 offerte turistiche. E’ stato presentato questa mattina a Bologna il Rapporto sociale del Distretto Adriatico Coop.


Riproduzione riservata © 2016 TRC