in:

Sciopero di 4 ore stamattina per i 109 dipendenti di Interauto, concessionaria Mercedes, che rischiano il posto di lavoro. Nessuna garanzia sul pagamento degli stipendi dal mese in corso.La Cgil per sollecitare l’intervento della casa automobilistica di Stoccarda, ha scritto al cancelliere tedesco Angela Merkel.

Il mercato dell’auto e l’edilizia sono i settori che risentono maggiormente della crisi. Ne è la riprova la difficile situazione che si trovano ora ad affrontare i 109 dipendenti delle concessionarie Mercedes Interauto in provincia di Modena, 328 in Regione, che fanno capo alla famiglia Santi. A partire dal mese di giugno non sono garantiti gli stipendi e il mantenimento dei posti di lavoro. A tutto ciò si aggiunge la possibile revoca del mandato da parte di Mercedes che ha rifiutato di prendere parte al tavolo di crisi, che si auspica venga presto aperto in Regione. Per sollecitare l’intervento della casa madre i sindacati hanno chiesto l’intervento della cancelliera tedesca Angela Merkel. Errori gestionali e sprechi colossali come la costruzione della nuova sede in via Cavani, costata 19 milioni di euro – secondo i sindacati – sono alcuni dei motivi alla base della crisi del gruppo. “La proprietà è in sofferenza di liquidità e le banche si ritraggono – scrive la Uil modenese – è necessario, prosegue il sindacato, aprire una trattativa seria e utilizzare tutti gli ammortizzatori sociali previsti dalla legge.


Riproduzione riservata © 2016 TRC