in:

Un plafond di 20 milioni consentirà l’accesso al credito per 120 imprese costruttrici di macchine per ceramica. Fra le iniziative finanziabili anche investimenti in ricerca e sviluppo e la cessione di crediti esteri

Da una parte l’attenzione di una banca alle imprese del territorio, dall’altra la possibilità per le imprese stesse di accedere al credito, in un momento critico come quello attuale. Questa la chiave di lettura dell’accordo stretto tra Banca Popolare dell’Emilia Romagna e Acimac, l’associazione di costruttori di macchina per ceramica, in seguito al quale 120 imprese del settore potranno beneficiale di un plafond di 20 milioni di euro di finanziamenti. Fra le iniziative finanziabili, investimenti in ricerca e sviluppo, fra cui anche la formazione; progetti di internazionalizzazione; cessione di crediti export pro-soluto, grazie alla quale l’azienda potrà monetizzare immediatamente crediti verso importatori esteri. La convenzione scadrà il 31 dicembre 2009.


Riproduzione riservata © 2016 TRC