in:

Ancora presidii a Emilceramica e alla salami, mentre oggi pomeriggio incontro lìper l’Iris. Continua la crisi delle aziende e i sindacati temono anche comportamenti scorretti.

Tempi difficili per le aziende modenesi. Mentre davanti ai cancelli dell’Emilceramica continua la protesta dei lavoratori, oggi pomeriggio in Regione, è convocato un altro incontro per raggiungere un accordo sul futuro dell’Iris ceramica. Sembra che, in questo caso, la strada imboccata sia quella giusta, ovvero la gestione degli organici con l’uso della Cassa integrazione straordinaria e senza licenziamenti. Intanto, a Modena, all’azienda metalmeccanica Salami, sulla via Emilia Ovest, anche oggi pomeriggio altre 2 ore di sciopero con presidio davanti ai cancelli per chiedere alla direzione gli anticipi sulla cassa integrazione che per tre mesi, a rotazione, riguarderà tutti i dipendenti, sia operai che impiegati. Infine, il sindacato si sta attrezzando per evitare che della situazione di crisi approfitti qualche imprenditore senza scrupoli per licenziare i dipendenti più “scomodi”, come gli invalidi o le giovani donne a rischio maternità. Filcams Cgil annuncia che, d’ora in avanti, denuncerà pubblicamente le aziende che prendono questo tipo di provvedimenti.


Riproduzione riservata © 2016 TRC