in:

Oggi pomeriggio i sindacati hanno incontrato Confindustria Ceramica per fare il punto sull’andamento dell’intero settore ceramico nel comprensorio. L’associazione degli industriali prende distanza dalla scelta di Minozzi.

Industriali e sindacati concordano su alcune misure per superare la difficile crisi del settore ceramico a cominciare dall’investimento in risorse umane e in tecnologia. Confindustria Ceramica ha, infatti, firmato questa mattina un comunicato stampa congiuntamente alle organizzazioni regionali dei ceramisti di Cgil, Cisl e Uil. “Di fronte ad una crisi congiunturale della domanda – scrivono – non è accettabile che scelte individuali vengano giustificate con catastrofi settoriali”. Forte e chiaro il riferimento alla liquidazione volontaria dell’Iris. Si è svolto poi nel pomeriggio di oggi, presso il Comune di Sassuolo, un incontro al quale hanno preso parte i sindacati, Confindustria Ceramica, l’Assessore Duccio Campagnoli in rappresentanza della Regione, istituzioni provinciali e i sindaci dei comuni di Sassuolo, Fiorano e Viano. Gli industriali hanno ribadito la loro volontà di affrontare questo momento buoi facendo leva sulle proprie capacità competitive.


Riproduzione riservata © 2016 TRC