in:

Un progetto per rilanciare i mercati dei nove comuni dell’Area Nord. Un’idea che è piaciuta alla Regione, finanziata con 200mila euro.

Si comincia il lunedì con San Felice e si finisce la domenica con Cavezzo: non c’è giorno della settimana in cui in uno dei nove comuni dell’Area Nord non ci sia mercato. Ecco allora l’idea: un circuito unico dei mercati della Bassa. Ci ha pensato l’Unione dei comuni dell’Area Nord con il contributo delle associazioni di categoria del commercio della zona. Il progetto, primo in Regione e finanziato con 200mila euro, punta a valorizzare i mercati di Camposanto, Cavezzo, Concordia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, San Felice, San Possidonio e San Prospero. Si parte con una serie di interventi strutturali di recupero e di adeguamento delle aree e delle piazze che ospitano i mercati: sono infatti già stati eseguiti o in corso di realizzazione lavori di sistemazione della pavimentazione, interventi di rinnovo dell’arredo urbano e di potenziamento dei parcheggi. Alla parte strutturale è stato affiancato un piano di comunicazione e marketing: saranno creati un logo, appositi totem per delimitare le aree mercatali, buste personalizzate per la spesa che verranno distribuite a tutti i clienti assieme alla merce acquistata. Attualmente sono 653 gli ambulanti che frequentano i mercati della Bassa; 25mila complessivamente i visitatori settimanali, provenienti anche da fuori provincia. Carlo Marchini, assessore alle attività produttive e allo sviluppo economico dell’Unione e sindaco di Concordia insiste sulla capacità progettuale dei nove comuni, che hanno fatto “sintesi e tesoro delle diverse idee”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC