in:

Dati allarmanti anche dall’Osservatorio provinciale sul mercato del lavoro. Per la prima volta, gli ingressi nelle liste di mobilità superano le uscite. Raggiunto il milione di ore di cassa integrazione. Crollo dei contratti a tempo indeterminato.

Ennesimi indicatori negativi per l’economia modenese. Questa volta arrivano dall’Osservatorio provinciale sul mercato del lavoro. Tre i dati che inquadrano le dimensioni della crisi: per la prima volta le liste di mobilità si allungano, arrivando a sfiorare le 5mila unità; la Cassa integrazione ha raggiunto quota un milione di ore nel periodo gennaio – novembre, con un più 55% per quella ordinaria e un più 84 per quella straordinaria. I settori più compromessi sono ceramico, meccanico e tessile. Infine “gelata” dei contratti a tempo indeterminato, passati dai 17mila del novembre 2007 ai 10 mila dello stesso periodo 2008. “La situazione sta diventando grave anche a Modena”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC