in:

+14% lo scorso anno, -10% quest’anno. Precipitato il fatturato per le Imprese Italiane fornitrici di macchine per ceramica, ma i vertici di Acimac sono cauti e puntano ad un 2009 di ripresa.

Lo scorso anno si era chiuso con un + 14%, quest’anno il fatturato è, invece, precipitato al -10%. E’ questo il bilancio dell’Associazione Costruttori Italiani Macchine Attrezzature per Ceramica. Con la fine del 2008 si torna, di fatto, indietro di due anni con un quadro generale, delineato ieri dal Centro studi nazionale di Confindustria, non rassicurante. Stimata per l’industria italiana la perdita di 600mila posti di lavoro in sei mesi, due anni di recessione e la ripresa solo dal 2010; mentre l’indagine trimestrale della Camera di commercio di Modena ha recentemente evidenziato un -2,9% per la produzione industriale nella nostra provincia. Cauti di fronte alla crisi i vertici di Acimac, che non prospettano misure drastiche per quanto riguarda l’occupazione nelle 167 imprese italiane fornitrici di macchine per ceramica.


Riproduzione riservata © 2016 TRC