in:

Primo sciopero generale nazionale della sola Cgil, venerdì 12 dicembre. In Emilia Romagna, prevista una manifestazione a Bologna. Obiettivo, ottenere dal Governo provvedimenti contro la crisi, che anche a Modena, sta falciando posti di lavoro.

10mila lavoratori da tutta la Regione. Sono quelli che la Cgil conta di portare in piazza a Bologna venerdì 12 dicembre, giorno dello sciopero nazionale generale di 8 ore indetto per chiedere al Governo provvedimenti straordinari contro la crisi. Due le priorità indicate nella piattaforma rivendicata dal Sindacato: sostegno all’occupazione, con l’estensione, ad esempio, degli ammortizzatori sociali ai lavoratori precari, e rilancio di domanda e consumi, attraverso la riduzione della pressione fiscale. Servono provvedimenti urgenti e incisivi da parte del Governo, spiega il segretario della Cgil di Modena, Pivanti, perchè la crisi economica, anche nel modenese, sta già abbattendosi sui lavoratori, e la situazione rischia di peggiorare nei primi mesi del 2009. In vista dello sciopero la Cgil di Modena sta organizzando una serie di iniziative. Tra queste, un attivo dei delegati e degli attivisti, martedì 9 dicembre, alla presenza del segretario generale Guglielmo Epifani.


Riproduzione riservata © 2016 TRC