in:

Va alla Coop I Gelsi l’Oscar della convenienza. A dirlo la 14esima indagine sui prezzi di Federconsumatori.

Cambio in vetta. Dopo anni di dominio assoluto di GrandEmilia, l’Oscar della convenienza 2008, va alla Coop I Gelsi di via Vignolese, davanti all’Esselunga di via Morane e all’ipermercato di Cittanova. A dirlo la 14esima indagine di Federconsumatori che, tra fine giugno e inizio luglio, ha rilevato il costo di 103 prodotti di marca in 56 super e ipermercati del modenese. Uno studio sempre più ampio e approfondito che non considera più solo il prezzo in sé, ma anche gli sconti, non quelli ai soci però, e il peso dei singoli prodotti, proprio come fa l’Istat. Non a caso, l’aumento medio dei prezzi rispetto al 2007, rilevato dall’osservatorio di Federconsumatori è pari all’inflazione modenese, il 4%. Ma più ancora della classifica sui prodotti di marca, sempre più importanti risultano gli studi su private label, i prodotti a marchio di una catena, e primi prezzi, il prodotto che costa meno di una determinata tipologia. Negli ultimi anni, infatti, l’associazione ha rilevato come sempre più consumatori lasciano le marche più note per acquistare prodotti a marchio e primi prezzi. La classifica dei private label vede il dominio di Coop che piazza 7 strutture ai primi sette posti della graduatoria, fatta su un paniere di 53 prodotti, con I Portali, davanti ai Gelsi e a Grandemilia. Notevole anche il risparmio rispetto ai prodotti a marchio delle altre catene. Sui primi prezzi, invece, l’indagine rivela la novità più interessante rispetto agli anni scorsi con gli Hard discount, un tempo dominatori assoluti, che hanno ceduto il passo a Coop e a Esselunga, pur mantenendo il primato della convenienza sui freschi. Così, stavolta, in vetta alla graduatoria, fatta su un paniere di 53 prodotti, si collocano Esselunga Sassuolo e GrandEmilia, che precede altre cinque Coop: Borgogioioso, Formigine, Mirandola, I Portali e Sassuolo. Una sfida all’ultimo prezzo, a tutto vantaggio dei consumatori che scelgono i prodotti non di marca e a marchio della catena. Rispetto al 2007, l’osservatorio di Federconsumatori ha rilevato anche l’aumento delle ore medie di apertura settimanale, arrivate a 66, e la qualità complessiva dei servizi offerti da iper e supermercati modenesi. “Anche se – ha commentato il presidente Mauro Zanini – va migliorata l’indicazione dei prodotti che costano meno di ogni singola tipologia: i primi prezzi”.


Riproduzione riservata © 2016 TRC