in:

Mentre in Italia l’inflazione ha superato la soglia del 4%, nei negozi Coop Estense, nell’anno più difficile per le famiglie, si è fermata sullo 0,4%

La crisi aveva cominciato a farsi sentire già nel 2003, ma il 2008 si sta dimostrando l’anno più difficile: incrementi dei prezzi e delle tariffe mettono a dura prova i bilanci delle famiglie. L’Istat registra un aumento dell’inflazione superiore al 4%, Coop Estense, invece, è riuscita a contenere l’aumento dei prezzi nei propri negozi allo 0,4%, un risultato addirittura decisamente migliore rispetto a quanto fatto registrare dagli altri punti vendita del sistema Coop Italia e che è il frutto di una serie di iniziative programmate a partire da gennaio e, ulteriormente accentuate nell’estate. Un dato sopra tutti: grazie ai cossiddetti “sconti fedeltà”, in cinque mesi, da aprile a settembre, 175mila soci hanno potuto risparmiare qualcosa come 9 milioni di euro, con un vantaggio medio pro-capite quantificabile in 51 euro. A inizio anno, il consiglio di amministrazione di Coop Estense aveva deciso di destinare gli utili di bilancio al risparmio dei soci, una decisione ribadita anche per il 2009 e 2010. Provvedimento che, comunque, non andranno a discapito della solidità del patrimonio della cooperativa….


Riproduzione riservata © 2016 TRC